CASSAZIONE SENTENZA N. 22285/2016
  • 21/11/2016

CASSAZIONE SENTENZA N. 22285/2016

Con la recente pronuncia i giudici di legittimità hanno confermato in materia di riscaldamento condominiale che il distacco dall’impianto centralizzato di riscaldamento condominiale é possibile al singolo condomino solo qualora l’impianto di riscaldamento comune  non presenti squilibri di funzionamento né aggravi di spesa per gli altri condomini, al momento successivo del distacco.

L’onere di evidenziare tali aspetti resta in capo al condomino che vuole distaccarsi e viene meno solo se l’assemblea condominiale ne autorizzi il distacco sulla base di una propria autonoma valutazione della sussistenza dei presupposti richiamati.

Da ciò ne consegue che ai sensi dell’art. 1118 cod. civ., il condomino potrà effettuare il distacco rimanendo in ogni caso onerato a concorrere al pagamento delle sole spese per la manutenzione straordinaria dell’impianto e per la sua conservazione e messa a norma.

Indietro