CASSAZIONE SENTENZA N.664/2016
  • 09/03/2016

CASSAZIONE SENTENZA N.664/2016

La recentissima sentenza della Corte di Cassazione ha confermato che se un immobile è stato dato in comodato e, successivamente a tale contratto, il proprietario (comodante) lo vende a un terzo, il comodatario deve andare via dall’appartamento, lasciandolo libero all’acquirente.

Infatti il nuovo proprietario ha diritto a pretendere che il comodatario cessi immediatamente il godimento dell’immobile e glielo restituisca.

Il presupposto di tale pronuncia è riscontrabile nel fatto che colui che compra un bene, non deve subire alcun pregiudizio da un eventuale pregresso contratto di comodato, avendo pertanto diritto di chiedere la cessazione del godimento del bene da parte del comodatario.

Indietro